Bonus del Club Premium

Goditi fino a un
Bonus di Deposito Extra del 20%

CONDIVIDI
questa pagina

Weekly Outlook |Analizziamo i mercati più caldi della settimana

  

Notizie economiche della settimana

Ecco alcune delle notizie economiche più rilevanti per il mercato Forex della prossima settimana:

– Il prossimo rapporto sull’Indice dei prezzi al consumo (IPC) dell’Eurozona sarà pubblicato il 2 giugno 2023. L’inflazione annua precedente è stata del 7,0%, il livello più alto dall’introduzione dell’euro nel 1999. Le previsioni indicano una leggera diminuzione al 6,9% per giugno, ma l’inflazione rimarrà superiore all’obiettivo del 2% della Banca centrale europea. Questa alta lettura potrebbe spingere la BCE ad aumentare i tassi di interesse in anticipo, con potenziali implicazioni per l’euro.

– I prezzi dell’energia e del cibo sono fattori chiave che influenzeranno l’IPC. Se i prezzi dell’energia continuano a salire, potrebbe aumentare l’indice dei prezzi al consumo. Allo stesso modo, l’andamento dei prezzi del cibo avrà un impatto sull’inflazione. Inoltre, l’inflazione core, che esclude i prezzi del cibo ed energia, rivelerà la solidità dell’inflazione nell’economia.

– Venerdì 26 maggio sarà pubblicato il rapporto sulle buste paga non agricole negli Stati Uniti, che indica il numero di posti di lavoro creati nel mese precedente. Un forte incremento sosterrà il dollaro USA.

– Sarà pubblicato anche l’Indice dei prezzi al consumo negli Stati Uniti, che mostra l’aumento dei prezzi nel mese precedente. Un’alta inflazione potrebbe spingere la Federal Reserve ad aumentare i tassi di interesse, favorendo il dollaro USA.

– L’Indice dei prezzi alla produzione negli Stati Uniti indicherà l’aumento dei prezzi dei beni e dei servizi prodotti nel paese nel mese precedente. Un’alta inflazione potrebbe influenzare la politica monetaria della Federal Reserve e sostenere il dollaro USA.

– Il rapporto sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti mostrerà la spesa dei consumatori nel mese precedente. Se le vendite al dettaglio sono solide, ciò potrebbe favorire il dollaro USA.

– Sarà anche pubblicato il rapporto sulla produzione industriale statunitense, che indica l’aumento della produzione nel settore manifatturiero. Una forte produzione industriale potrebbe sostenere il dollaro USA.

Migliori e peggiori asset della settimana precedente

Ecco una panoramica degli asset che hanno registrato i migliori e i peggiori rendimenti percentuali nella settimana precedente, su diversi mercati:

Forex:

– Migliore: AUD/USD ha registrato un aumento del 1,5%.

– Peggiore: USD/JPY ha subito una diminuzione del 1,5%.

Cripto:

– Migliore: Dogecoin ha registrato un notevole aumento del 20%.

– Peggiore: Terra ha subito una significativa diminuzione dell’80%.

Indici:

– Migliore: S&P 500 ha registrato un aumento del 1%.

– Peggiore: Nasdaq Composite ha subito una diminuzione dell’1%.

Adesso osserviamo alcune opportunità per questa settimana.

GBPUSD

Introduzione:

La coppia di valute GBPUSD ha mantenuto un intervallo di negoziazione tra 1,2300 e 1,2500 nelle recenti settimane. Attualmente scambiata a 1,2350, l’andamento dei principali indicatori suggerisce un equilibrio tra rialzisti e ribassisti. Tuttavia, le dinamiche fondamentali della sterlina britannica e del dollaro USA potrebbero influenzare l’andamento futuro della coppia.

Analisi tecnica:

L’RSI si trova nella zona neutra, indicando un mercato privo di condizioni estreme di ipercomprato o ipervenduto. Allo stesso tempo, il MACD sta mostrando segnali di un’inversione rialzista. Questo suggerisce che i rialzisti stanno guadagnando slancio e potrebbero tentare di superare il livello di resistenza a 1,2500 per spingere il prezzo verso il livello successivo a 1,2600. Tuttavia, gli orsi avranno il compito di difendere il livello di resistenza a 1,2500, il cui superamento potrebbe invece portare il prezzo al livello di supporto a 1,2300.

Analisi fondamentale:

La sterlina britannica è sotto pressione a causa di diverse sfide economiche e politiche che il Regno Unito sta affrontando. L’inflazione in aumento e la crescita economica rallentata rappresentano ostacoli significativi. Inoltre, le tensioni politiche interne, come la crisi del costo della vita e la situazione in Ucraina, contribuiscono all’incertezza. D’altro canto, il dollaro USA gode di un quadro economico più favorevole. L’economia statunitense sta crescendo a un ritmo più rapido rispetto a quella britannica, e si prevede che la Federal Reserve alzerà i tassi di interesse in modo più aggressivo rispetto alla Banca d’Inghilterra. Inoltre, il dollaro USA è visto come una valuta rifugio in tempi di incertezza.

Possibili previsioni di mercato:

Sulla base dell’analisi tecnica e fondamentale, si delineano alcune possibili previsioni di mercato per la coppia GBPUSD:

1. Il prezzo potrebbe superare il livello di resistenza a 1,2500 e raggiungere il livello successivo a 1,2600.

2. Il prezzo potrebbe scendere al livello di supporto a 1,2300.

3. Il prezzo potrebbe consolidarsi all’interno del range tra 1,2300 e 1,2500.

Conclusioni:

Le prospettive per la coppia GBPUSD sono influenzate da una combinazione di analisi tecnica e fondamentale. Tuttavia, va sottolineato che l’andamento effettivo dipenderà da una serie di fattori, tra cui i dati economici futuri e le decisioni prese dalla Banca d’Inghilterra e dalla Federal Reserve.

AUDCAD

Introduzione:

La coppia di valute AUDCAD ha mantenuto un intervallo di negoziazione tra 0,8800 e 0,9000 nelle recenti settimane. Attualmente scambiata a 0,8850, l’andamento degli indicatori suggerisce un equilibrio tra rialzisti e ribassisti. Tuttavia, le dinamiche fondamentali del dollaro australiano e del dollaro canadese potrebbero influenzare l’andamento futuro della coppia.

Analisi tecnica:

L’USD/CAD, dopo un periodo di consolidamento seguito da un calo, ha recentemente rotto al ribasso il suo livello di supporto chiave a 0,8934. Questa rottura potrebbe indicare un potenziale obiettivo a 0,8737 nel medio termine. Tuttavia, è importante notare che solo il superamento dell’attuale livello di resistenza a 0,8945 potrebbe innescare movimenti rialzisti.

Analisi fondamentale:

Il dollaro australiano è sotto pressione a causa di diverse sfide economiche e politiche che l’Australia sta affrontando. L’inflazione in aumento e il rallentamento della crescita economica rappresentano ostacoli significativi. Inoltre, le tensioni politiche interne, come la crisi del costo della vita e la situazione in Ucraina, contribuiscono all’incertezza. D’altro canto, il dollaro canadese gode di un quadro economico più favorevole. L’economia canadese sta crescendo a un ritmo più rapido rispetto a quella australiana, e si prevede che la Bank of Canada alzerà i tassi di interesse in modo più aggressivo rispetto alla Reserve Bank of Australia. Inoltre, il dollaro canadese è visto come una valuta rifugio in tempi di incertezza.

Trading Experience Plus

Previous
Next

APERTURA DELL'ACCOUNT FACILE E VELOCE

  • Registrati

    Scegli un tipo di conto e invia la tua richiesta.

  • Finanzia

    Finanzia il tuo conto tramite un'ampia varietà di metodi di finanziamento.

  • Fai Trading

    Accedi a più di 1.000 strumenti CFD su tutti i tipi di asset su MT4/MT5.

Tutto qui. È davvero facile aprire un conto di trading Forex e CFD.
Benvenuto nel mondo del trading!
APRI UN CONTO LIVE

Contattaci

  • Informazioni generali

    Siamo qui per offrirti un'esperienza di trading di successo dall'apertura del conto, fino al finanziamento e al trading.

    [email protected]
  • Cliente Premium

    Se ti piacerebbe diventare un cliente premium per sbloccare i servizi extra come trader ad alto volume o vuoi entrare a far parte del Vantage Club, inviaci un'e-mail qui di seguito.

    [email protected]